Attrazioni e divertimento

Malta non è solo casinò ma anche tanto divertimento.

Grazie ad un percorso storico tanto ricco, Malta può contare su di un patrimonio artistico e culturale di grande livello. L’isola è stracolma di cose da vedere, siti archeologici, templi neolitici, cittadelle fortificate, moderni centri turistici quali Sliema e St. Julians, musei e tanto altro. Circa 365 chiese: la chiesa di Mosta, ad esempio, vanta la terza cupola più larga in Europa. Degna di nota anche la chiesa di San Nicholas nel villaggio di Siggiewi.

I luoghi d’interesse da visitare sono molteplici: i Templi Megalitici, tra cui il famoso Ggantija, uno dei più antichi al mondo, le Catacombe di Sant’Agata, San Paolo e di Tal-Mintna, i luoghi simbolo dei Cavalieri di San Giovanni, quali Forte Sant’Angelo e Forte Rinella. Anche durante la Seconda Guerra Mondiale Malta è stata al centro di importanti eventi storici, come testimoniato dal rifugio di Mgar o dall’Armeria e il Museo Marittimo di Vittoriosa.

La Valletta, capitale della Repubblica di Malta, è una città vivace e interessante dal punto di vista culturale, ospita numerosi concerti e spettacoli di vario genere, mostre e festival. Il Museo dell’Archeologia espone una vasta collezione di oggetti preistorici. Il Museo della Guerra, situato all’interno dell’imponente Forte Sant’Elmo, è teatro di due rappresentazioni storiche: “In Guardia” e “Alarme”. Esse consistono in parate militari in costumi d’epoca organizzate durante tutto l’anno ad eccezione dei mesi estivi di punta. Qui è possibile ammirare anche alcuni esempi dell’architettura barocca maltese visitando gli edifici di Merchants Street.

A Rabat è possibile visitare il Museo delle Antichità Romane, meglio conosciuto col nome di “Villa Romana”. A Mdina, tipica cittadina militare fortificata, hanno luogo importanti rappresentazioni storiche legate al periodo napoleonico. La Cattedrale e il museo sono imperdibili, così come le tortuose segrete della città e la Mdina Experience, un viaggio multimediale alla scoperta della storia e del passato culturale dell’antica capitale maltese.

Gli amanti dell’arte hanno solo l’imbarazzo della scelta: il Museo Nazionale delle Belle Arti a La Valletta espone una importante collezione di opere che vanno dal Rinascimento alla modernità; sempre nella capitale è possibile visitare la splendida Co-Cattedrale di San Giovanni, dove si trova la famosissima “Decollazione di San Giovanni Battista” del Caravaggio; Da non perdere, inoltre, gli affreschi alla “Casa dei Normanni”, nel fantastico scenario di Palazzo Falzon a Mdina. Anche l’arte contemporanea trova spazio sull’isola, come dimostrato dalle opere esposte al St. Johns Cavalier Art Centre.

Nella parte meridionale dell’isola di Malta, a sud del villaggio di Zurrieq, troviamo un imponente sistema di grotte naturali, tra le quali spicca per fascino la Blue Grotto. Secondo la leggenda, questo è il luogo dove le sirene attiravano i navigatori con canti seducenti. Il momento migliore per visitare la grotta è il mattino presto, quando il mare è completamente piatto, rimarrete incantati dall’intensa colorazione che assume il mare. La grotta, conosciuta dagli isolani con il nome di Il-Hnejja (l’arco), ha preso la sua denominazione inglese da alcuni soldati britannici che paragonarono le acque azzurre di Malta a quelle della Grotta Azzurra di Capri.

Rimanendo nella zona sud di Malta non può mancare una visita al tempio di Hagar Qim. Scoperto nel 1839 sotto un cumulo di macerie, il tempio neolitico, datato intorno al 300 A.C., è una delle costruzioni più antiche al mondo. Il complesso di Hagar Qim, che per alcuni aspetti ricorda i templi di Stonehenge in Inghilterra, è costituito da un labirinto di corridoi, camere, nicchie e altari, il tutto in roccia calcarea scolpita con la selce. Il mattino del giorno che segna il solstizio d’estate, i raggi del sole passano attraverso un foro, conosciuto come “il foro dell’oracolo”, e vanno ad illuminare l’abside del tempio. Hagar Qim, insieme ad altri templi maltesi, quali quelli di Mnajdra, Tarxien, Ta’Hagrat, Skorba e Ggantija, è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

La massiccia presenza di giovani e studenti provenienti da tutto il mondo rende la Repubblica di Malta una vera e propria capitale del divertimento. Il periodo di Carnevale è, con molta probabilità, il più vivace dell’anno. Tra le celebrazioni più importanti da segnalare il Carnevale di Nadur sull'isola di Gozo e la parata che si tiene a La Valletta. Per l’occasione vengono organizzati giochi e altri eventi nei numerosi parchi di divertimento presenti a Malta.
Su un’isola non possono mancare certo le attività legate al mare. A tale proposito non è inopportuno affermare che Malta è la location perfetta per gli sport acquatici. Tra le attività più popolari troviamo sicuramente la Vela. Si può scegliere se noleggiare una barca a vela per un giorno, un week-end o anche di più. In questo modo si ha la possibilità di esplorare anche le insenature nascoste delle varie isole. Le scuole di vela sono numerose e tutte all’avanguardia per quel che riguarda istruttori ed equipaggiamenti.

Un altro sport che ben si addice alle isole Maltesi è il Windsurf. Ogni giorno si può trovare una baia o una spiaggia dove il vento è favorevole. Per quanto riguarda invece le immersioni, la cosa fantastica è che a Malta si possono praticare tutto l’anno. I numerosi centri offrono la possibilità di effettuare corsi sia per i novizi che per coloro con esperienza.

Sulle principali spiagge c’è la possibilità di noleggiare attrezzature per i più svariati sport. Dalle moto d’acqua alle canoe, ma sono frequenti anche sci d’acqua e parapendio. Negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom del Kite-Surfing, sport non adatto ai deboli di cuore.
Per chi invece volesse godersi le meraviglie del mare in pace e tranquillità, nessun problema, oltre alle spiagge affollate e mondane delle principali località, Malta è piena di calette e anfratti dove trascorrere momenti di assoluto relax. Lo spettacolo offerto dal mare turchese e dalla vegetazione mediterranea è probabilmente più emozionante di qualsiasi attività ricreativa.